Smart Team Organization: far decollare la collaborazione

Publish date:

STORMO è un progetto di DOING – Part of Capgemini pensato per rendere più efficace la connessione smart di team globali e diversificati che collaborano da luoghi differenti.

Il momento epocale che stiamo vivendo ha dato una fortissima accelerazione a molti processi che latitavano, per dirla con Alessandro Baricco, “per eccesso di nostalgia, timore, sospetto o semplice fighetteria intellettuale”. Il mondo digitale è diventato, d’improvviso, il mondo reale, l’unica dimensione in cui possiamo muoverci, lavorare, relazionarci.

Dobbiamo imparare in fretta ciò che in gran parte già sappiamo, ma non abbiamo mai avuto il tempo di soffermarci ad analizzare, codificare, insegnare. Oggi la realtà supera l’immaginazione e ci troviamo in una crisi che può diventare anche laboratorio sociale per chi lo misurerà e studierà.

Dobbiamo imparare in fretta a continuare a vivere poggiando sulla Rete come architrave del nuovo mondo e del nuovo modo di lavorare. E nel momento in cui siamo più isolati, ci appare subito chiaro che non siamo (e non siamo mai stati) soli, che solo la squadra, il team è la nostra scialuppa.

Dobbiamo ricordare tutti gli insegnamenti e le lezioni di leadership imparate nelle pause pranzo in ufficio e applicarle a un mondo e a un modo nuovo di fare squadra. Valgono, ma diversamente da prima.

Cercando di radunare e raccontare i principi, le regole, le tecniche per lavorare in team globali, distanti, diversi ci serviva una grande metafora. Abbiamo trovato nella natura la chiave di interpretazione perfetta, lo stormo: un gruppo caratterizzato da regole precise e millimetriche, da leadership diffusa, da armonia, compattezza, direzione, impulso. Poche regole, chiare e condivise: cohesion (lavorare compatti), alignment (lavorare a uno scopo condiviso), distance (lavorare insieme nel rispetto delle individualità): ottimamente isolate e riassunte in un esperimento di programmazione tecnologica, i boids.

Cohesion, Alignment, Distance: le tre regole che “guidano” lo stormo nell’esperimento “Boids” di Craig Reynolds

Impariamo a essere “stormo” dunque. A volare (lavorare) assieme, in un’unica direzione, vicini, compatti, ma unici. Impariamo le regole dello stormo, facciamo il nostro “balzo di specie” e portiamo nel nuovo mondo digitale le regole della natura. E continuiamo a imparare volando.

Abbiamo messo su un’infografica per chi la preferisce e su un PDF a seconda di come lo fruite le regole di base, dividendole in tre aree: la “togetherness” l’essere e il fare team, la “politeness” lo scegliere gli strumenti giusti e usarli nel modo giusto e l’“awareness” conoscere e capire il contesto. Le prossime scriviamole assieme.

Autore

Marco Massarotto

Content & Media Director
DOING – Part of Capgemini

Post correlati

Data Governance

Data Literacy: la necessità di una cultura dei dati per la crescita del business

Davide Pigozzi
Date icon maggio 20, 2020

Nonostante più del 60% delle grandi aziende sia consapevole della necessità di accrescere la...

AIE

Applied + Exchange: la strategia di innovazione di Capgemini

Massimo Ippoliti
Date icon maggio 13, 2020

L’innovazione? Nulla di nuovo, c’è sempre stata e ci auguriamo che accompagni l’essere umano...

agile

Business Agility e apprendimento: il Continuous Testing

Massimo Ippoliti
Date icon maggio 6, 2020

Il Testing delle idee e dei modelli è stato sempre alla base dell’apprendimento e del metodo...

cookie.
Continuando a navigare su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni e per modificare le impostazioni relative ai cookie sul tuo computer, leggi la nostra Privacy Policy.

Chiudi

Chiudi l'informativa sui cookie