NEWS – MERRILL LYNCH GLOBAL WEALTH MANAGEMENT E CAPGEMINI PRESENTANO LA 15ª EDIZIONE DEL WORLD WEALTH REPORT

Publish date:

Autore: Krishnan Narayan

Milano, 22 giugno 2011 – Il numero degli individui con patrimonio finanziario superiore a 1 milione di dollari (High Net Worth Individuals, HNWI[1]) nel mondo è aumentato in termini di popolazione e ricchezza nel 2010, superando i livelli pre-crisi del 2007 in quasi tutte le regioni, secondo quanto ha riportato la 15ª edizione del World Wealth Report, il rapporto annuale sulla ricchezza nel mondo, presentato nella giornata odierna da Merrill Lynch Global Wealth Management e Capgemini. La crescita della popolazione e della ricchezza degli HNWI globali ha raggiunto livelli più stabili nel 2010, con la popolazione degli HNWI in aumento dell’8,3% a 10,9 milioni e la ricchezza finanziaria degli HNWI in crescita del 9,7% a 42.700 miliardi di dollari USA (rispetto al 17,1% e al 18,9% rispettivamente nel 2009). La popolazione globale degli individui con patrimonio finanziario di oltre 30 milioni di dollari (Ultra-HNWI[2]) ha registrato un aumento pari al 10,2% nel 2010 e la sua ricchezza è cresciuta dell’11,5%.

«Negli ultimi anni abbiamo assistito a significative fluttuazioni nella ricchezza e nella popolazione degli HNWI», ha affermato Stefano Guglielmetto, Responsabile Investimenti per l’Italia di Merrill Lynch Wealth Management. «Nel 2010, abbiamo assistito a un rallentamento dei tassi di crescita dai livelli più alti a due cifre del 2009, in concomitanza alla rapida ripresa di molti mercati dalle significative perdite correlate alla crisi».

La popolazione globale degli HNWI è rimasta altamente concentrata negli Stati Uniti, in Giappone e in Germania che insieme rappresentano il 53,0% degli HNWI di tutto il mondo. Gli Stati Uniti sono ancora il paese con il segmento singolo HNW più grande del mondo con i loro 3,1 milioni di HNWI, pari al 28,6% della popolazione globale degli HNWI.

«Mentre oltre la metà della popolazione globale degli HNWI risiede ancora nei primi tre paesi, la concentrazione degli HNWI si sta frammentando in modo molto graduale nel corso del tempo», ha dichiarato Roberto Manini, Vice President Financial Services di Capgemini in Italia. «La concentrazione degli HNWI in queste aree continuerà a diminuire se le popolazioni degli HNWI dei mercati emergenti e in via di sviluppo continueranno a crescere più rapidamente di quelle dei mercati sviluppati».

L’area Asia-Pacifico supera l’Europa per la prima volta sia in termini di popolazione che di ricchezza degli HNWI

L’area Asia-Pacifico ha registrato il tasso regionale di crescita più elevato della popolazione degli HNWI nel 2010. Mentre la ricchezza degli HNWI aveva già superato l’Europa nel 2009, l’area Asia-Pacifico ha ora superato l’Europa in termini di popolazione degli HNWI, con un aumento pari al 9,7% a quota 3,3 milioni, mentre l’Europa è cresciuta del 6,3% a quota 3,1 milioni. La ricchezza degli HNWI dell’area Asia-Pacifico è aumentata del 12,1% a 10.800 miliardi di dollari USA superando quella degli HNWI in Europa, pari a 10.200 miliardi di dollari USA, ove l’aumento della ricchezza è stato pari al 7,2% nel 2010. L’area Asia-Pacifico è ora la seconda regione in ordine di grandezza sia in termini di popolazione che di ricchezza degli HNWI, seconda solo al Nord America.

Degno di nota nell’area Asia-Pacifico anche il fatto che la popolazione degli HNWI in India ha raggiunto la 12ª posizione al mondo nel 2010, entrando a far parte per la prima volta della rosa dei primi 12 paesi.

In Italia il numero di HNWI è diminuito del 4.7%

Dopo una crescita del 9.2% nel 2009, il numero di HNWI in Italia è diminuito del 4.7%, pur rimanendo a livelli superiori a quello del 2008. L’Italia rimane tra i primi dieci paesi al mondo per numero di HNWI, ma perde una posizione a vantaggio dell’Australia.

Nonostante il ritorno alla crescita del PIL (che è aumentato dell’1.3% nel 2010) ed una politica monetaria ancora accomodante, un calo del 13.6% della capitalizzazione di borsa ha agito da freno alla creazione di ricchezza nel 2010.

Gli HNWI hanno assunto un rischio calcolato alla ricerca di rendimenti migliori nel 2010

In un contesto caratterizzato da una ripresa relativamente stabile per quanto disomogenea, i mercati azionari e delle commodity nonché il comparto immobiliare (soprattutto nell’area Asia-Pacifico) hanno messo a segno una performance solida durante tutto il 2010.

Verso fine 2010, gli HNWI detenevano il 33% di tutti i loro investimenti in azioni, in aumento dal 29% dell’anno precedente. Gli investimenti in strumenti monetari/depositi sono scesi al 14% nel 2010 dal 17% del 2009 e la quota detenuta negli investimenti obbligazionari ha registrato una flessione al 29% dal 31%. Tra gli investimenti alternativi, molti HNWI hanno preferito le commodity. Gli investimenti nelle commodity hanno rappresentato il 22% di tutti gli investimenti alternativi nel 2010, in aumento dal 16% del 2009.

Anche gli HNWI dell’area Asia-Pacifico, Giappone escluso, hanno continuato a inseguire i rendimenti in ambito immobiliare, pari al 31% del loro portafoglio complessivo a fine 2010, in aumento dal 28% dell’anno precedente e ampiamente superiore alla media globale del 19%.

Inoltre, gli investimenti nei mercati emergenti hanno fornito opportunità per gli HNWI alla ricerca di profitti. Nei primi 11 mesi, gli investitori hanno investito importi record in fondi azionari e obbligazionari dei mercati emergenti prima di vendere per realizzare prese di profitto a fine anno e dopo che il valore di molti investimenti nei mercati emergenti era salito ai massimi pre-crisi.

«I mercati dei capitali globali e le principali classi di attivi hanno espresso una performance positiva nel corso dell’anno, a fronte dell’aumento della propensione al rischio degli investitori», ha affermato Guglielmetto. «Lo spostamento degli investitori HNWI verso le azioni registrato nel 2010 rifletteva la ricerca di rendimenti e il desiderio di recuperare le perdite sofferte durante la crisi. Abbiamo anche assistito al permanere della predilezione degli HNWI per classi specifiche di attivi, quali le azioni e le commodity, sulla base dell’opportunità di mercato o di preferenze di lungo termine».

In prospettiva futura, si prevede che gli HNWI aumenteranno ancor di più i loro investimenti nelle azioni e nelle commodity nel 2012, riducendo al contempo quelli in ambito immobiliare e in strumenti monetari/depositi. Le preferenze regionali sono meno certe, poiché l’entità delle opportunità dei mercati emergenti dipenderà dall’eventuale capacità di tali mercati di raggiungere nuovi massimi, mentre le economie iniziano ad affrancarsi dagli incentivi governativi.

[1] HNWI: individui che dispongono di un patrimonio investibile pari ad almeno 1 milione di dollari USA, esclusi la proprietà destinata alla residenza primaria, i beni esigibili, i beni di consumo e i beni di consumo durevoli

[2] Ultra-HNWI: individui che dispongono di un patrimonio investibile pari ad almeno 30 milioni di dollari USA, esclusi la proprietà destinata alla residenza primaria, i beni esigibili, i beni di consumo e i beni di consumo durevoli


Informazioni su Merrill Lynch Global Wealth Management
Merrill Lynch Global Wealth Management è un’istituzione finanziaria leader a livello globale operante nel settore del Wealth Management e dei servizi d’investimento per persone fisiche e giuridiche. Facendo ricorso a quasi 15.700 Financial Advisor e gestendo un patrimonio della propria clientela superiore a 1.500 miliardi di dollari al 31 marzo 2011, si colloca tra le principali società del settore a livello mondiale. Più dei due terzi del patrimonio gestito da Merrill Lynch Global Wealth Management è riconducibile a clienti con patrimonio disponibile pari almeno a 1 milione di dollari.

All’interno di Merrill Lynch Global Wealth Management, il Private Banking & Investment Group fornisce soluzioni su misura ai clienti ultra high net worth, offrendo sia il rapporto fiduciario tipico di una piccola istituzione sia le risorse di un operatore di prima grandezza nell’ambito dell’erogazione di servizi finanziari a livello globale. Una rete di oltre 160 team di esperti nella gestione di patrimoni privati fornisce la sua assistenza a tali clienti, unitamente ad esperti in soluzioni d’investimento globali e strategie di gestione concentrata di titoli e di trasferimento intergenerazionale dei patrimoni. Merrill Lynch Global Wealth Management fa capo a Bank of America Corporation.

Fonte: Bank of America. Merrill Lynch Global Wealth Management (MLGWM) rappresenta molteplici aree di business all’interno della divisione Wealth and Investment Management di Bank of America, tra cui Merrill Lynch Wealth Management (North America e International), Merrill Lynch Trust Company e Private Banking & Investment Group. Al 31 marzo 2011, le entità di MLGWM gestivano patrimoni della clientela per l’ammontare di circa 1.500 miliardi di dollari. I patrimoni della clientela comprendono i seguenti asset dei clienti detenuti nei loro conti MLGWM: patrimonio gestito (AuM) di entità MLGWM, attivi di brokeraggio dei clienti, attivi in deposito di entità MLGWM, saldo dei prestiti e depositi di clienti MLGWM detenuti presso Bank of America, N.A. e banche affiliate. Questa situazione riflette un cambiamento nella metodologia di calcolo a decorrere dal 31 marzo 2011. 

Informazioni su Capgemini

Capgemini è una delle maggiori società di Consulenza, Technology e Outsourcing su scala mondiale. Grazie all’offerta di tecnologie avanzate, Capgemini trasferisce ai propri clienti soluzioni e competenze per aiutarli a ottenere le performance più elevate con la massima flessibilità attraverso l’esclusiva metodologia Collaborative Business ExperienceTM. Con il modello di delivery globale Rightshore®, che mira a coordinare e ottimizzare risorse e specialisti distribuiti in diverse località, il Gruppo si propone di creare e realizzare soluzioni ottimali per i propri clienti. Capgemini, presente in 40 paesi nel mondo, ha registrato nel 2010 ricavi globali per 8,7 miliardi di euro e conta su una rete di oltre 112.000 professionisti.

L’unità di servizi finanziari di Capgemini vanta una grande esperienza di settore, un’offerta innovativa di servizi e una fornitura globale di nuova generazione per servire il settore dei servizi finanziari. Con una rete di 17.000 professionisti che assistono 900 clienti a livello mondiale, Capgemini collabora con banche, assicuratori e società operanti sui mercati dei capitali leader per fornire soluzioni IT e di business nonché una leadership mirata che creano un valore tangibile.

Rightshore® è un marchio registrato di Capgemini

Per maggiori informazioni consultare la pagina Financial Services.


Nota ai Redattori/Reporter: per scaricare il World Wealth Report 2011 clicca qui.

Merrill Lynch:

Brunswick

Ana Iris Reece Gonzalez

aireece@brunswickgroup.com

Natasha Aleksandrov

naleksandrov@brunswickgroup.com

+39 02 92 886200 / 03

Capgemini:

Community – consulenza nella comunicazione

Roberto Patriarca

roberto.patriarca@communitygroup.it

Marco Gabrieli

marco.gabrieli@communitygroup.it

+39 02 89404231

MERRILL LYNCH GLOBAL WEALTH MANAGEMENT E CAPGEMINI PRESENTANO LA
15ªEDIZIONE DEL WORLD WEALTH REPORT, IL RAPPORTO ANNUALE SULLA RICCHEZZA NEL MONDO

Ricchezza e popolazione degli HNWI globali superano i livelli pre-crisi in quasi tutte le regioni

Ricchezza e popolazione degli HNWI nell’area Asia-Pacifico superano l’Europa per la prima volta –

l’area Asia-Pacifico è seconda solo al Nord America

Milano, 22 giugno 2011 – Il numero degli individui con patrimonio finanziario superiore a 1 milione di dollari (High Net Worth Individuals, HNWI[1]) nel mondo è aumentato in termini di popolazione e ricchezza nel 2010, superando i livelli pre-crisi del 2007 in quasi tutte le regioni, secondo quanto ha riportato la 15ª edizione del World Wealth Report, il rapporto annuale sulla ricchezza nel mondo, presentato nella giornata odierna da Merrill Lynch Global Wealth Management e Capgemini. La crescita della popolazione e della ricchezza degli HNWI globali ha raggiunto livelli più stabili nel 2010, con la popolazione degli HNWI in aumento dell’8,3% a 10,9 milioni e la ricchezza finanziaria degli HNWI in crescita del 9,7% a 42.700 miliardi di dollari USA (rispetto al 17,1% e al 18,9% rispettivamente nel 2009). La popolazione globale degli individui con patrimonio finanziario di oltre 30 milioni di dollari (Ultra-HNWI[2]) ha registrato un aumento pari al 10,2% nel 2010 e la sua ricchezza è cresciuta dell’11,5%.

«Negli ultimi anni abbiamo assistito a significative fluttuazioni nella ricchezza e nella popolazione degli HNWI», ha affermato Stefano Guglielmetto, Responsabile Investimenti per l’Italia di Merrill Lynch Wealth Management. «Nel 2010, abbiamo assistito a un rallentamento dei tassi di crescita dai livelli più alti a due cifre del 2009, in concomitanza alla rapida ripresa di molti mercati dalle significative perdite correlate alla crisi».

La popolazione globale degli HNWI è rimasta altamente concentrata negli Stati Uniti, in Giappone e in Germania che insieme rappresentano il 53,0% degli HNWI di tutto il mondo. Gli Stati Uniti sono ancora il paese con il segmento singolo HNW più grande del mondo con i loro 3,1 milioni di HNWI, pari al 28,6% della popolazione globale degli HNWI.

«Mentre oltre la metà della popolazione globale degli HNWI risiede ancora nei primi tre paesi, la concentrazione degli HNWI si sta frammentando in modo molto graduale nel corso del tempo», ha dichiarato Roberto Manini, Vice President Financial Services di Capgemini in Italia. «La concentrazione degli HNWI in queste aree continuerà a diminuire se le popolazioni degli HNWI dei mercati emergenti e in via di sviluppo continueranno a crescere più rapidamente di quelle dei mercati sviluppati».

L’area Asia-Pacifico supera l’Europa per la prima volta sia in termini di popolazione che di ricchezza degli HNWI

L’area Asia-Pacifico ha registrato il tasso regionale di crescita più elevato della popolazione degli HNWI nel 2010. Mentre la ricchezza degli HNWI aveva già superato l’Europa nel 2009, l’area Asia-Pacifico ha ora superato l’Europa in termini di popolazione degli HNWI, con un aumento pari al 9,7% a quota 3,3 milioni, mentre l’Europa è cresciuta del 6,3% a quota 3,1 milioni. La ricchezza degli HNWI dell’area Asia-Pacifico è aumentata del 12,1% a 10.800 miliardi di dollari USA superando quella degli HNWI in Europa, pari a 10.200 miliardi di dollari USA, ove l’aumento della ricchezza è stato pari al 7,2% nel 2010. L’area Asia-Pacifico è ora la seconda regione in ordine di grandezza sia in termini di popolazione che di ricchezza degli HNWI, seconda solo al Nord America.

Degno di nota nell’area Asia-Pacifico anche il fatto che la popolazione degli HNWI in India ha raggiunto la 12ª posizione al mondo nel 2010, entrando a far parte per la prima volta della rosa dei primi 12 paesi.

In Italia il numero di HNWI è diminuito del 4.7%

Dopo una crescita del 9.2% nel 2009, il numero di HNWI in Italia è diminuito del 4.7%, pur rimanendo a livelli superiori a quello del 2008. L’Italia rimane tra i primi dieci paesi al mondo per numero di HNWI, ma perde una posizione a vantaggio dell’Australia.

Nonostante il ritorno alla crescita del PIL (che è aumentato dell’1.3% nel 2010) ed una politica monetaria ancora accomodante, un calo del 13.6% della capitalizzazione di borsa ha agito da freno alla creazione di ricchezza nel 2010.

Gli HNWI hanno assunto un rischio calcolato alla ricerca di rendimenti migliori nel 2010

In un contesto caratterizzato da una ripresa relativamente stabile per quanto disomogenea, i mercati azionari e delle commodity nonché il comparto immobiliare (soprattutto nell’area Asia-Pacifico) hanno messo a segno una performance solida durante tutto il 2010.

Verso fine 2010, gli HNWI detenevano il 33% di tutti i loro investimenti in azioni, in aumento dal 29% dell’anno precedente. Gli investimenti in strumenti monetari/depositi sono scesi al 14% nel 2010 dal 17% del 2009 e la quota detenuta negli investimenti obbligazionari ha registrato una flessione al 29% dal 31%. Tra gli investimenti alternativi, molti HNWI hanno preferito le commodity. Gli investimenti nelle commodity hanno rappresentato il 22% di tutti gli investimenti alternativi nel 2010, in aumento dal 16% del 2009.

Anche gli HNWI dell’area Asia-Pacifico, Giappone escluso, hanno continuato a inseguire i rendimenti in ambito immobiliare, pari al 31% del loro portafoglio complessivo a fine 2010, in aumento dal 28% dell’anno precedente e ampiamente superiore alla media globale del 19%.

Inoltre, gli investimenti nei mercati emergenti hanno fornito opportunità per gli HNWI alla ricerca di profitti. Nei primi 11 mesi, gli investitori hanno investito importi record in fondi azionari e obbligazionari dei mercati emergenti prima di vendere per realizzare prese di profitto a fine anno e dopo che il valore di molti investimenti nei mercati emergenti era salito ai massimi pre-crisi.

«I mercati dei capitali globali e le principali classi di attivi hanno espresso una performance positiva nel corso dell’anno, a fronte dell’aumento della propensione al rischio degli investitori», ha affermato Guglielmetto. «Lo spostamento degli investitori HNWI verso le azioni registrato nel 2010 rifletteva la ricerca di rendimenti e il desiderio di recuperare le perdite sofferte durante la crisi. Abbiamo anche assistito al permanere della predilezione degli HNWI per classi specifiche di attivi, quali le azioni e le commodity, sulla base dell’opportunità di mercato o di preferenze di lungo termine».

In prospettiva futura, si prevede che gli HNWI aumenteranno ancor di più i loro investimenti nelle azioni e nelle commodity nel 2012, riducendo al contempo quelli in ambito immobiliare e in strumenti monetari/depositi. Le preferenze regionali sono meno certe, poiché l’entità delle opportunità dei mercati emergenti dipenderà dall’eventuale capacità di tali mercati di raggiungere nuovi massimi, mentre le economie iniziano ad affrancarsi dagli incentivi governativi.

Informazioni su Merrill Lynch Global Wealth Management

Merrill Lynch Global Wealth Management è un’istituzione finanziaria leader a livello globale operante nel settore del Wealth Management e dei servizi d’investimento per persone fisiche e giuridiche. Facendo ricorso a quasi 15.700 Financial Advisor e gestendo un patrimonio della propria clientela superiore a 1.500 miliardi di dollari al 31 marzo 2011, si colloca tra le principali società del settore a livello mondiale. Più dei due terzi del patrimonio gestito da Merrill Lynch Global Wealth Management è riconducibile a clienti con patrimonio disponibile pari almeno a 1 milione di dollari.

All’interno di Merrill Lynch Global Wealth Management, il Private Banking & Investment Group fornisce soluzioni su misura ai clienti ultra high net worth, offrendo sia il rapporto fiduciario tipico di una piccola istituzione sia le risorse di un operatore di prima grandezza nell’ambito dell’erogazione di servizi finanziari a livello globale. Una rete di oltre 160 team di esperti nella gestione di patrimoni privati fornisce la sua assistenza a tali clienti, unitamente ad esperti in soluzioni d’investimento globali e strategie di gestione concentrata di titoli e di trasferimento intergenerazionale dei patrimoni. Merrill Lynch Global Wealth Management fa capo a Bank of America Corporation.

Fonte: Bank of America. Merrill Lynch Global Wealth Management (MLGWM) rappresenta molteplici aree di business all’interno della divisione Wealth and Investment Management di Bank of America, tra cui Merrill Lynch Wealth Management (North America e International), Merrill Lynch Trust Company e Private Banking & Investment Group. Al 31 marzo 2011, le entità di MLGWM gestivano patrimoni della clientela per l’ammontare di circa 1.500 miliardi di dollari. I patrimoni della clientela comprendono i seguenti asset dei clienti detenuti nei loro conti MLGWM: patrimonio gestito (AuM) di entità MLGWM, attivi di brokeraggio dei clienti, attivi in deposito di entità MLGWM, saldo dei prestiti e depositi di clienti MLGWM detenuti presso Bank of America, N.A. e banche affiliate. Questa situazione riflette un cambiamento nella metodologia di calcolo a decorrere dal 31 marzo 2011.

Informazioni su Capgemini

Capgemini è una delle maggiori società di Consulenza, Technology e Outsourcing su scala mondiale. Grazie all’offerta di tecnologie avanzate, Capgemini trasferisce ai propri clienti soluzioni e competenze per aiutarli a ottenere le performance più elevate con la massima flessibilità attraverso l’esclusiva metodologia Collaborative Business ExperienceTM. Con il modello di delivery globale Rightshore®, che mira a coordinare e ottimizzare risorse e specialisti distribuiti in diverse località, il Gruppo si propone di creare e realizzare soluzioni ottimali per i propri clienti. Capgemini, presente in 40 paesi nel mondo, ha registrato nel 2010 ricavi globali per 8,7 miliardi di euro e conta su una rete di oltre 112.000 professionisti.

L’unità di servizi finanziari di Capgemini vanta una grande esperienza di settore, un’offerta innovativa di servizi e una fornitura globale di nuova generazione per servire il settore dei servizi finanziari. Con una rete di 17.000 professionisti che assistono 900 clienti a livello mondiale, Capgemini collabora con banche, assicuratori e società operanti sui mercati dei capitali leader per fornire soluzioni IT e di business nonché una leadership mirata che creano un valore tangibile.

Per maggiori informazioni consultare il sito www.capgemini.com/financialservices


Rightshore® è un marchio registrato di Capgemini

Nota ai Redattori/Reporter: per maggiori informazioni o per scaricare il World Wealth Report 2011 si prega di visitare il sito www.capgemini.com/worldwealthreport.

# # #

[1] HNWI: individui che dispongono di un patrimonio investibile pari ad almeno 1 milione di dollari USA, esclusi la proprietà destinata alla residenza primaria, i beni esigibili, i beni di consumo e i beni di consumo durevoli

[2] Ultra-HNWI: individui che dispongono di un patrimonio investibile pari ad almeno 30 milioni di dollari USA, esclusi la proprietà destinata alla residenza primaria, i beni esigibili, i beni di consumo e i beni di consumo durevoli

cookie.
Continuando a navigare su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni e per modificare le impostazioni relative ai cookie sul tuo computer, leggi la nostra Privacy Policy.

Chiudi

Chiudi l'informativa sui cookie